LEZIONE 11

Quando si conservano delle cose in contenitori, è opportuno usare contenitori di dimensioni appropriate.
Se devo conservare delle penne e dei pennarelli non utilizzerò una scatola di scarpe ma un astuccio, se devo conservare una macchina utilizzerò un box, in sintesi andrò a proporzionare il contenitore per il suo contenuto.
Questo ragionamento è fatto per risparmiare spazio.
Lo stesso discorso si applica alla memoria dei PIC.
Le locazioni di memoria devono essere proporzionate al contenuto.

Dichiarare una variabile di tipo BYTE e quindi che può contenere valori da 0 a 255 per poi utilizzarla con un numero che può arrivare a 300 vuol dire aver perso i valori che vanno da 256 a 300, perchè la variabile non riesce a contenerli, provocando errori nel programma. Usare una variabile di tipo WORD (da 0 a 65535) per poi inserire un valore che al massimo arrivi a 100 vuol dire sprecare spazio di memoria. Questa mentalità è molto importante perchè la memoria e le risorse dei PIC non sono molte come in un computer classico quindi non si possono sprecare.

Qui di seguito vi evidenzio la differenza tra una variabile BYTE ed una WORD. La variabile BYTE occupa una casella di memoria, mentre la WORD ne occupa 2.



Ogni area di memoria, a sua volta può essere divisa in 8 piccole parti chiamate BIT.
Nel singolo BIT si può inserire un solo valore, o zero od uno e la dichiarazione è la seguente:




Ricapitolando:

Una Word è composta da due Byte, un Byte è compito da 8 bit.

DIM Nome AS Tipo 'Struttura generale della dichiarazione delle variabili
Esempio:
Dim Totale as Bit '0 - 1
Dim TotaleParziale as BYTE '0-255
Dim Numero as WORD '0-65535


LEZIONE 12
LEZIONE 10